Collezioni in dialogo. Palazzo Leoni Montanari: uno scrigno di tesori

Collezioni in dialogo - Gallerie d'Italia Vicenza

Il racconto degli affreschi del palazzo e le figure delle ceramiche antiche

Con l’intento di valorizzare la collezione Intesa Sanpaolo di ceramiche attiche e magnogreche (V-III secolo a.C.) e allo stesso tempo rendere omaggio allo spirito narrativo della decorazione ad affresco di Palazzo Leoni Montanari, realizzata tra il XVII e il XVIII secolo, sono stati selezionati alcuni vasi per l’esposizione nelle sale al piano nobile.

Gli affreschi si articolano come un ricco palinsesto di immagini ispirate prevalentemente alle fonti antiche greche, latine ed ebraiche. Nel racconto visivo, scandito in una serie di ambienti tematici, si susseguono vari personaggi, uniti da un filo conduttore che mette in luce le loro qualità o mancanze interiori. Contemplando memorabili gesta, emergono virtù e vizi dell’animo, che si traducono in stili di vita differenti e addirittura opposti. Da un lato la devozione (pietas), intesa come rispetto nei confronti del mondo divino e umano in piena adesione ai loro valori; dall’altro la funesta “empietà”, ossia la sovrastima delle potenzialità personali alla base della caduta rovinosa dell’individuo.

Una serie di punti espositivi dedicati ai manufatti antichi, il cui soggetto iconografico richiama i temi presenti nella decorazione barocca ad affresco, orienta lo sguardo del visitatore verso le origini del linguaggio simbolico che trova grande spazio nella pittura italiana dell’età moderna. Alzando lo sguardo si compie dunque un notevole salto nel tempo, dall’antichità all’arte moderna, lungo lo stesso filo narrativo.


Installa l’app MuseOn sul tuo smartphone:

Successivamente inquadra il QR Code presente in biglietteria per scaricare i contenuti delle audioguide.