Il Novecento

Collezione 900 Gallerie d'Italia Milano

Una nuova selezione di opere della collezione del Novecento

Cantiere del ’900 è il progetto dedicato alla valorizzazione della collezione di opere del XX e XXI secolo di Intesa Sanpaolo, raccolta che riveste una notevole importanza nel panorama collezionistico italiano per la qualità e la completezza con cui documenta la produzione artistica del periodo.

Essa è costituita da oltre 3.000 opere, provenienti dalle diverse banche confluite nel gruppo, a cominciare da quelle della Banca Commerciale Italiana, di cui il palazzo di Piazza della Scala era la sede centrale. Con attenzione per le diverse forme espressive manifestatesi nel corso del Novecento, in particolare del secondo dopoguerra, le collezioni accolgono nuclei rilevanti, per ampiezza e capillarità, delle principali tendenze del periodo, valorizzando le forme di sperimentazione del linguaggio, dalle prospettive dell’astrazione degli anni Quaranta-Cinquanta, alle esperienze dell’Informale, all’intreccio fra Nuova Figurazione, ricerche verbo-visuali e “nuove avanguardie” degli anni Sessanta-Settanta, alla documentazione delle vicende artistiche degli anni Ottanta e Novanta, accostando ai nomi maggiori esemplari di tutti i protagonisti di situazioni attive nei diversi centri dell’arte nella penisola.

La poliedricità delle raccolte è un serbatoio al quale attingono i progetti espositivi realizzati nelle Gallerie d’Italia. Il nucleo qui presentato, completato dall’ampio volume di opere conservate nel caveau, ne è una scelta rappresentativa. È esposta una selezione di capolavori dell’arte degli anni Cinquanta-Ottanta, che raccontano diversi “percorsi” attraverso cinque sale e il salone che le connette.

Nel salone sono proposte alcune opere scultoree legate ai temi delle sale che circondano l’ambiente (con le sculture di Carrino e Staccioli fondate su una volontà costruttiva, ma anche di interpretazione degli spazi e dei caratteri architettonici, poste accanto a lavori di Pascali e Cavaliere, che diversamente mettono in gioco le qualificazioni della scultura come forma e come racconto. Oltre a queste, l’opera di Colla, che si connette alla sala intitolata alle Geometrie variabili.)

Le sale laterali sono definite a partire da alcuni essenziali criteri di indagine che collegano le opere tra loro, facendo leva su fattori formali e tematici.

In queste si ritrovano le ragioni di una esplorazione delle possibilità compositive e formali fondate sulle maggiori poetiche cresciute fra gli anni Cinquanta e gli anni Ottanta nell’ambito delle tendenze, prioritariamente non-figurative, che hanno caratterizzato l’arte italiana del periodo, in relazione con il contesto internazionale.


Scarica il materiale informativo sulla collezione Cantiere del ‘900.


Installa l’app MuseOn sul tuo smartphone:

Successivamente inquadra il QR Code presente in biglietteria per scaricare i contenuti delle audioguide.