SETTIMANA DELL’INCLUSIONE. NO COMFORT ZONE

05/12/2021
10:00 - 11:00

Tipologia: visita
Destinatari: adulti, bambini, famiglie, stranieri, disabili-motori, disabili-mentali, disabili-visivi, studenti

Le Gallerie d’Italia da sempre svolgono un ruolo attivo nell’inclusione delle persone più vulnerabili. I percorsi, progettati e condotti a cura di Civita Mostre e Musei, sono realizzati in collaborazione con esperti e associazioni del settore e si adattano alle caratteristiche e ai bisogni particolari degli utenti coinvolti.

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, le Gallerie d’Italia promuovono la Settimana dell’Inclusione, un ricco palinsesto di attività formulate per coinvolgere il grande pubblico al fine di sensibilizzare verso la cultura dell’integrazione, offrendo a tutti la possibilità di provare in prima persona le strategie tese a rendere il museo un ambiente for all, in un’ottica di abbattimento degli ostacoli come i pregiudizi e le barriere psicologiche.

No comfort zone
I visitatori incontreranno nel percorso barriere linguistiche, visive, temporali e sonore, che verranno superate grazie alla mediazione e la sensibilità dei mediatori culturali ma soprattutto attraverso le opere d’arte, che diventano strumento per oltrepassare ogni confine. Durante la visita verranno introdotti molteplici elementi di disturbo, finalizzati a far percepire il vissuto di utenti fragili con disabilità psichiche.

Quattro opere, quattro tipi di approccio per superare difficoltà e limiti spesso a noi invisibili: quelli mentali.

  • Artemisia Gentileschi, Sansone e Dalila: esplorazione tattile dell’immagine a rilievo a fornetto Minolta e di tessuti e gioielli. Stimolazione olfattiva con fragranze che richiamano la bottega dell’artista (sensibilizzazione cecità).
  • Caravaggio, Martirio di sant’Orsola: i visitatori saranno disturbati da forti rumori e dalla bassa illuminazione della sala che altereranno la capacità di concentrazione (sensibilizzazione ai disturbi dello spettro autistico).
  • Opere in terracotta e bronzo di Vincenzo Gemito: i visitatori seguiranno uno storytelling con il supportato di disegni ed immagini (sensibilizzazione ai deficit cognitivi e agli stranieri).
  • Francesco Paolo Diodati, Piazza Vittoria: i visitatori si accomoderanno di fronte all’opera ed assaporeranno una fruizione lenta con la tecnica della Visual thinking strategy (sensibilizzazione verso le demenze e la malattia di Alzheimer).

Informazioni e prenotazioni
Attività gratuita, biglietto d’ingresso incluso.
Prenotazione obbligatoria al numero verde 800.454229 o via email a info@palazzozevallos.com.
Attività per un massimo di 15 partecipanti.
Le Gallerie d’Italia adempiono alle indicazioni fornite dalla normativa nazionale, applicando tutte le misure di prevenzione e contenimento SARS-CoV-2.